Art Jobs | Italy

Italy

Mirrors

Share

Category:

Country:

City:

Mirrors

Sabato 20 maggio verrà inaugurata al MA-EC la mostra Mirrors, doppia personale di Oscar Luca Taddei e Yazlina Yazid, a cura di Stefania Ferrari.

 

L'arte come specchio della realtà o come specchio rivelatore dei desideri? Entrambe le cose, scrive la curatrice Stefania Ferrari, perché l'arte, similmente agli specchi, rimanda immagini, ma siamo noi a doverle interpretare. Non sempre infatti le superfici riflettenti ci ripropongono il reale. Possono ingrandirlo, deformarlo, renderlo mostruoso o accattivante e quindi ben lontano da quello che i nostri occhi riescono ad osservare. In questo, l'arte è più sincera, perché, benché possa riportare figure anche non esistenti, del tutto immaginarie, chi le dipinge non potrà fare a meno di inserire nei quadri una sua verità, persino quella più nascosta alla luce. L'arte, la pittura in particolare, rende l'opera un ricettacolo di confessioni, anche inconsapevoli, da parte dell'artista ma, allo stesso modo, anche chi la osserva, chi la indaga, chi la rende propria, non è esente da questo processo di rivelazione, anzi, ne è completamente coinvolto. Le opere dei due artisti presenti in questa mostra, denominata appunto “Mirrors”, offrono un diverso approccio sia stilistico, sia emozionale. Così come Oscar Luca Taddei ci trasporta in un mondo ordinatamente sensuale, sottilmente osservatore, vagamente venato di un romanticismo contemporaneo, Yazlina Yazid ci conduce in meandri più cupi, più passionali, decisamente intimi, a volte psicologicamente perturbanti. L'erotismo narrato da Taddei, esiste e nasce in un segno pittorico rispettoso dell'intimità dei suoi soggetti. L'armonia delle espressioni nei ritratti, spesso pensosi, un po' languidi, comunque sereni, mostra un approccio che si insinua dolcemente nelle forme di quei corpi morbidi, senza volersi avvicinare troppo, mantenendo una reverente distanza. La purezza dei disegni, che sottolineano una base di classicità e di tecnica, infonde un sentimento di armonica bellezza nell'osservatore, rapito dalle proporzioni, dai colori accesi, ma mai troppo squillanti, di una brillantezza che proviene dal pensiero, prima ancora che dai pennelli. Con uno stile che si è via via evoluto, dirigendosi sempre più lungo i sentieri mobili dell'impressionismo, Oscar Luca Taddei con le sue tele e i suoi quadri ci narra di un amore costante, sicuro, dal calore inesauribile e proveniente da una fiamma interiore, mantenuta fedelmente accesa da quelle donne ritratte, quasi fossero vestali, benché contemporaneamente Muse, del desiderio creativo dell'artista. Diverso è il sentore dei dipinti di Yazlina Yazid. La pennellata è decisa, incalzante, penetrante. I volti spesso non sono delineati che da pennellate di colore ma, quando tratteggiati, sono propagatori di emozioni forti e passionali, non necessariamente positive. Gli sguardi non trasmettono serenità, ma pensieri tumultuosi. I soggetti sono reduci da esperienze di un vissuto stratificato, che li ha resi coperti di una corazza inespugnabile dai sentimenti o, al contrario, di una arrendevolezza che li lascia del tutto indifesi agli insulti dell'esistenza, ma anche apertamente ricettivi a carezzevoli doni affettivi. Dai colori a volte emerge il buio, dai corpi aggrovigliati affiora un desiderio d'amore, non solo o necessariamente fisico, ma di un amore di cui abbisognano le anime solitarie, le anime remissive e docili. Nel corpo abbandonato, così come in quello avvinghiato, la necessità di tenerezza è evidente, l'impellenza della completezza tramite l'unione di materia e spirito, non lascia scampo allo sguardo dell'osservatore, che rimane intrappolato in quelle forme e in quelle ombre che le accompagnano. Taddei e Yazid. Due specchi, dunque, che riflettono amore e bellezza, desiderio e oscurità e che immancabilmente attraggono con la forza primordiale dell'unione, della ricerca e del ritorno a quell'elemento unico che forse, in un tempo troppo lontano per ricordare, venne separato. Incantati dalla dolcezza del segno e della pennellata di Oscar Luca Taddei, che ritrae modelle con affettuoso sguardo, o catturati dalla cupa docilità dei soggetti di Yazlina Yazid, che dipinge con femminile cipiglio, non potremo far altro che riconoscerci, sicuramente e almeno in parte, in entrambe le raccolte di opere che, come due specchi, ci gridano chi siamo.

 

All’inaugurazione saranno presenti la curatrice Stefania Ferrari e gli artisti.                                                                           

 

 

 

Coordinate mostra

 

 

Titolo: Mirrors. Doppia personale di Oscar Luca Taddei e Yazlina Yazid.

            A cura di Stefania Ferrari

 

Organizzata da: Milan Art & Events Center, Present Contemporary Art

 

Sede: MA-EC - Milan Art & Events Center - Via Lupetta 3 (ang. Via Torino), Milano 

 

Inaugurazione su invito R.S.V.P. sabato 20 maggio ore 18.00
 

Date: dal 20 al 31 maggio  2017 

Orari: da martedì a venerdì ore 10-13 e 15-19 / sabato ore 15-19
Info pubblico: Tel. +39 02 39831335 – info.milanart@gmail.com
 

EuroMobili: Art on the wall

Share

Country:

The Call is extended until 31 July 2017

Take part at the call Euromobili: art on the wall promoted by Moca srl owner of the brand Euromobili – storia e design dal 1959 and by Associazione Culturale Defloyd organizer of the project Arte Pubblica, to realize a wall painting outdoor at the Euromobili – storia e design dal 1959 showroom, situated in Statale 80km 94+700, Mosciano Sant’Angelo (TE). The artists will be called a site specific work (April 2017), attributable to business of furniture factory, starting from the history of the company, from his know how, to improve the building.

It’s expected a prize money of euro 1500,00.

It can participate at the call every artist that that they had just realize wall paintings.

To download the call go on http://marianomonacogroup.it/art-the-wall-concorso-street-art/

Deadline: 31 July 2017

More infos: artepubblicap artepubblicap@gmail.com

Deadline: 
07/31/2017

YICCA International Contest of Contemporary Art 16/17

Share

Country:

YICCA International Contest of Contemporary Art 16/17

The competition’s aim is to promote the enrolled artists, giving them chance to join the international market of contemporary art. Internationality and networking make YICCA a huge opportunity for the artists, which can:

• Win a cash prize:

- Euro 3000,00 (three thousand/00) money prize to the first selected

- Euro 1000,00 (one thousand/00) money prize to the second selected

• Promote their art through a variety of channels:

- exhibit the selected artworks in a exhibition space, determined by competition.

- improve the relationship between finalists and critics, curators, gallery owners, public and private art institutions that will have access to this important exhibition.

- have maximum visibility through the advertising campaign that will follow the competition and all its stages.

- the works of selected artists will be published on “YICCA” catalogue which will be distributed free of charge to the finalists and will be available for professionals and institutions invited during the inauguration of the event.

DATES AND DEADLINES

November 1, 2016: Beginning of subscriptions.

March 15, 2017: Subscriptions deadline.

April 11, 2017: Notification of winning artworks.

May, 2015: Exhibition

Jury’s final decision will lead to a selection of 18 artists that will participate in the final exhibition. From the final 18 artists participating in the exhibition will be announced first and second ranked who will win a prize of 3000 (three thousand/00) and 1000 (one thousand/00) euro. All kinds of art works are accepted, including video, installations and performances. All works will be presented by a picture or a video that must be followed by a description of the work. All works must be available for the final exhibition and have to be artist’s property. The contest is open to all artists or groups of artists and professionals from any country. There are no special qualifications requiered for entry.

All information about terms and conditions of subscription is published on the official website www.yicca.org www.contest.yicca.org To register please complete the registration form on the official website.

Deadline: 
03/15/2017
Fee Detail: 
40€

T.I.N.A. Art Prize: 10 Opportunities in Chicago + Roma + Mexico City

Share

Country:

City:

T.I.N.A. is an international platform that allows artists to get in touch with a network of galleries and curators interested in evaluating new projects. Our call is open to all artists, regardless of age and nationality.

Artists working with all mediums are encouraged to apply creating an online profile where to upload a mini-portfolio. At the end of the call, each gallery in the jury will select one artist to organize a solo exhibition/event and start a true collaboration. Furthermore, your work will be seen and voted by our international curatorial board.

There are currently three T.I.N.A. editions:

  • 4 Galleries in Rome
  • 3 Galleries in Chicago
  • 3 Galleries in Mexico City

Are you interested in working internationally starting from now? Join our international network! The registration lasts 12 months and every new season you will find here new calls in new cities.

APPLY ONLINE
For complete details and to Apply Online, visit the T.I.N.A. website.

Any request for help or assistance can be sent to our email address at info@tinaprize.com.

Associazione culturale Radar via Bortolazzi, 57 – 30027 S. Donà di P. – VENEZIA – c.f. 93038830274

Deadline: 
07/15/2016

Grants for professional performers announced

Share

Country:

City:

Grants for professional performers announced: 
dancers, choreographers, actors of dance, physical theatre, drama, musical theatre, contemporary circus artists, movement directors, physical theatre directors, multidisciplinary artists.
http://www.artuniverse.org/grants

PREMIO OPEN 15a edizione Premio Speciale Collaterale alla 72. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica.

Share

Country:

City:

PREMIO OPEN

15a edizione

Premio Speciale Collaterale alla  72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Vince il Premio OPEN

Carlotta Cerquetti con Harry’s Bar

CERIMONIA DI PREMIAZIONE:

Venerdì 11 settembre 2015 alle ore 18.30 presso Hilton Molino Stucky

Consegna il Premio il Prof. Achille Bonito Oliva

 

PDG Arte Communications istituisce la quindicesima edizione del Premio OPEN, in occasione di OPEN 18. Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni. L’istituzione di questo riconoscimento, ideato nel 2000 da Paolo De Grandis e Pierre Restany, nasce parallelamente ad OPEN, Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni che il 3 settembre ha inaugurato la sua diciottesima edizione. L'evento prevede la premiazione di un regista presente alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia che con la sua opera riveli, in maniera inedita, un fertile interesse verso la seducente tematica della mutua interazione tra arte e cinema, due forme artistiche che vivono d’immagine e si nutrono del desiderio di tradurre emozioni.

La giuria, presieduta da Paolo De Grandis, ha così motivato la scelta: “Se i luoghi sono ispirazione e le atmosfere nutrimento per la creatività; e se i luoghi poi diventano scrigni di memorie, casseforti di storie, custodi di respiri e le atmosfere avvolgono come vapore i volti e le mani, l’arte infine restituisce passaggi di tempo e di uomini. E tra le pagine, gli scatti e le pennellate di opere che viaggiano per il mondo, tra le mani e negli occhi della gente, vive l’Harry’s Bar. Il premio OPEN 2015 va alla pellicola di Carlotta Cerquetti e al suo eccezionale lavoro sulla memoria. Tra interviste di oggi e materiale d’archivio lo spettatore legge ottant’anni di storia da un’ottica particolare: Venezia con la sua Mostra del Cinema e la Biennale D’Arte, la guerra e la Liberazione, gli anni del Jet Set e gli anni Sessanta, con le sue leggende, storie di famiglia e ritratti di geni. Da Ernest Hemingway a Truman Capote, da Peggy Guggenheim a Montale l’Harry’s Bar ha conosciuto talenti straordinari. Molte pagine sono state scritte sui suoi tavoli ed ora finalmente una pagina cinematografica ci racconta la sua storia.”    

 

Il Premio OPEN 2015 è un'opera ideata e realizzata dall’artista Agustí Roqué che espone ad OPEN 18 e al Padiglione Andorra alla Biennale Arte 2015. Nel corso delle passate edizioni il Premio è stato conferito ai registi Joao Botelho con il film Quem es tu?, Julie Taymor con Frida, Takeshi Kitano con Zatoichi, Marziyeh Meshkini con Sag - haye velgard, Stanley Kwan con Changhen ge (Everlasting Regret), Jia Zhangke con Dong, Peter Greenaway con Nightwatching, Philip Haas con The Butcher’s Shop, Michael Moore con Capitalism: A Love Story, John Woo, il Direttore Marco Müller, Robert Redford, a Serena Nono e nell’ultima edizione a Rä Di Martino.La mostra OPEN è realizzata da diciotto anni in concomitanza con la Mostra del Cinema di Venezia, a conferma del preciso intento di rafforzare il legame esistente tra arte e cinema, e l’istituzione del Premio OPEN testimonia questo fecondo e stretto rapporto. 

Pages

Subscribe to Italy